I link della settimana

Digest powered by RSS Digest

Il secondo giorno

15 Agosto 2010, si sà … a ferragosto che deve fare se non piovere?
E se piove in Italia, nella Germania del nord ci sono 10 gradi, diluvia e c’è pure la nebbia. O per meglio dire le nuvole a livello del terreno. E infatti il Nurburgring alle 11 e 30 è ancora chiuso. Alle casse spiegano in un inglese stentato che è colpa del clima… può essere che aprano tra 10 minuti come tra un ora. Le auto presenti sono un decimo rispetto a ieri ma c’è ancora un buon numero di svitati che vuole sfidare l’anello verde in condizioni di bassa aderenza, come se non fosse abbastanza sfidante in condizioni normali.

Il primo giorno

14 Agosto 2010, pare che il maltempo ci abbia concesso una breve pausa. Batte un sole quasi estivo e il cielo è terso. Poco prima delle 11 di mattina ci si mette in fila per avere la Ring Card, tessera su cui si possono caricare soldi da utilizzare nei negozi del comprensorio o giri.
Va detto che caricare soldi su questa tesserina non serve a nulla se non a complicarsi la vita. Non si fà prima e non si risparmia rispetto all’utilizzo di una normale carta di credito. Inoltre i soldi non possono essere trasformati in giri. Quindi caricateci sù soli i giri e per il resto c’è MasterCard.

L’orario ufficiale di apertura non significa che il circuito apre a quell’ora, ma che iniziano a prepare il tutto a quell’ora… quindi l’apertura ufficiale avviene circa una mezz’oretta dopo.

La coda non è poca, è il weekend di ferragosto e c’è letteralmente mezzo mondo qua. Ma niente paura, l’anello è grande e nonostante il significativo numero di auto che cercano di entrare il traffico non rovina il divertimento più di tanto. Certo non è il giorno migliore per cercare il tempo…

Prepararsi al Ring

No, non sto parlando di un incontro di box.
Ma dell’inferno verde. 20 chilometri di asfalto al centro dell’Europa continentale, vicino a Colonia. Ultimo esempio della follia motoristica di inizio 900 rimasto pressoche intatto.
84 curve a destra. 88 curve a sinistra.

Ritenuto inadatto alle serie maggiori è stato declassato a “Strada a senso unico, a pagamento senza limiti di velocità“, categoria talmente particolare che ne esiste appunto un solo esempio nel mondo. No, non è una pista. Niente turni, niente commissari. Solo i tedeschi, nel loro estremo pragmatismo, possono adottare questa definizione che permette di aprire una pista al pubblico per più di cento giorni l’anno.

I Link del giorno

Ho disattivato la pubblicazione dei link di delicious. Come era evidente, in un blog con pubblicazioni non frequenti come questo, tendeva ad essere una componente troppo presente.

Rimane sempre la possibilità di vederli all’apposita pagina. Ormai son molti, e qualcuno sicuramente è degno di interesse.

Se mai troverò un sistema per far creare un post alla settimana con i link, ritorneranno sul blog.