Vue.js – Primo impatto

Alla fine il tempo è quello che è, anche in quarantena, e non ho visto molto, ma qualche prima impressione posso scriverla.

Aspetti interessanti:

  • Non necessita che tutta l’applicazione sia una SPA. Può esserlo, ma può anche essere una versione ibrida, con html statico o generato server side in alcune parti, e una applicazione Vue.js dove serve più reattività.
  • Non necessita di scaricare mille cose, librerie, dipendenze, compilare, etc … si aggiunge il link al js sulla CDN e si ha tanto pronto.
  • Approccio a componenti, reattività e data binding. Ovvio. Se no tanto valeva usare una tecnologia server side con un pò di jQuery.

Dubbi:

  • Come scala all’aumentare della complessità dell’applicazione? In genere i framework che puntano a facilitare l’ingresso finiscono anche a facilitare lo spaghetti coding all’aumentare della difficoltà del problema che devono risolvere. Ma dovrei vedere qualche lezione in più.