b0sh.net

Proudly debugging the system since 1981

Tag: web2.0 Pagina 1 di 2

Approposito di facebook

[…]Un conto è essere amichevoli, un conto essere amici. Bisogna essere amichevoli e gentili con tutti, ma amici no[…]

Quindi no, chi non ti piace non è un amico. Già facebook ha trasformato il concetto di “amico” in qualcosa di molto vicino al “contatto”, eh vabbeh, ma se il tuo vicino stronzo ti invita io sono dell’idea di rifiutare. Perchè va bene dar fiducia a chi non conosci in modo approfondito (ovvero i contatti) ma addare chi non sopporti per far salire il numerello, o per altri interessi, è veramente prostituzione sociale.

Versione completa e sicuramente interessante (non che condivida tutto eh…) su wittgenstein

Second Life … e morte fù.

A volte odio avere ragione. Altre volte, come questa, invece mi fa proprio piacere.

Era una puttanata,l’hype era eccessivo e immotivato, e ad una certa distanza del suo picco si vende come la socialità sia stato il vero bisogno della rete. Di certo non il 3D scattoso e oscenamente brutto del software in oggetto.

2life-facebook

(notare la scala logaritmica del ranking)

Le precedenti puntate su SecondLife nel blog. Anche se le mi critiche piu “accese” purtroppo sono state solo vocali. Ma qualcuno se le dovrebbe ricordare.

Riapre blogbabel !

Come da lancio, giusto per fare un pò di buzz…

A me è mancato, a parte tutto. Prima cosa che ho notato è la migliore “scheda” del blog. Questa è la mia.

Yahoo Pipes

pipes Si non è certo una novità. Ma è comodo. Ultimamente ho sperimentato Feed Rinse e ZapTXT per "sorvegliare" specifici argomenti. In realtà con Pipes si riesce a fare di più rispetto all’utilizzo in contemporanea di Feed Rinse e ZapTXT. I vantaggi sono la possibilità di creare filtri molto raffinati ( espressioni regolari, unicità in base a un campo specifico dell’xml ) insieme alle funzioni basilari già presenti in feed rinse ( "fusione" di feed, filtri semplici ) e alla notifica via mail tipica di ZapTXT ( tramite Yahoo Alert ).

Ha un problema però. (Attualmente) non puo scaricare i feed generati da Google Ricerca Blog. Percui per aggirare il problema al momento prelevo il feed di Google Ricerca Blog con FeedRinse, lo riprendo da Pipes, lo tratto e lo fondo con altre fonti e ottengo il mio unico e ben ripulito feed su uno specifico argomento.

Laborioso ? Si … ma d’altronde, come dicevo il post prima, il tempo che si puo dedicare alla lettura dei feed è sempre lo stesso. E migliorare la qualità di questi aiuta ad utilizzare meglio una risorsa finita.

Ogni nuovo blog che nasce ruba un po' di quota di mercato agli 'incumbent'.

Molto interssanti le conclusioni di Minimarketing

  1. La ‘quota di mercato’ dei top blog (non solo i tre, ma tutti inclusi) è talmente bassa da essere irrilevante, se usata, tramite advertising o eventi o sampling, per creare una influenza misurabile, almeno su di un ‘ecosistema mass market’ (e per i blog ‘generalisti’, che non possono riferirsi a una nicchia di interesse piu’ piccola)
  2. La ‘quota di mercato’ dei singoli blog è in calo, e ciò è dovuto al fatto che la blogosfera cresce nelle nicchie, e ai "margini". Forse è il caso di rileggere World of Ends. Ogni nuovo blog che nasce ruba un po’ di quota di mercato agli ‘incumbent’. L’effetto San Matteo non esiste davvero.
  3. Il ruolo di network sociale che era tipico dei blog ‘storici’ sta progressivamente spostandosi verso i vari Myspace e Facebook. I blog alla MSN Live o alla Splinder si fondono con i profili personali su FB e Myspace, per formare una coda lunga infinita
  4. Tutte le classifiche alla BlogBabel/Wikio, in quanto basati sui link, tendono a sovrastimare l’influenza della ‘testa’, che è comunque irrilevante per peso (almeno per contatti) rispetto alla totalità della ‘coda’
  5. Progressivamente, il feed tende a diventare la vera unità di misura dell’influenza, in quanto misura anche la widgetizzazione dei contenuti. Si porra’ presto il problema della bannerizzazione dei feed, qualcuno ha gia’ ceduto 🙂
  6. Sembra necessario focalizzare la "conversazione aziendale" non sui blog in generale, ma sui blog della nicchia rilevante. Tuttavia, questi diventano sempre più numerosi, sfumando e nascondendosi nei social network, e finendo per mettere in discussione la possibilità di effettuare azioni di PR ‘collettive’ e soprattutto la loro economicità.

Le mie considerazioni dopo il salto…

 

Leggi tutto

Feed Rinse

Aggregare e filtrare feed in modo trasparente e senza bisogno di nessun software?

FeedRinse, seguito di una veloce e gratuita registrazione permette di creare dei “Canali” composti da vari feed, filtrati per la presenza o meno di keyword.

Personalmente lo trovo molto utile per monitorare cosa succede interno ad uno specifico argomento senza dover “filtrare” a mano centinaia di articoli da decine di fonti.

Può anche essere utile per un monitoraggio della reputazione online.

Ops…

Dentro l’uovo c’è la chiusura di blogbabel …

Il punto sembra essere ancora la licenza dei contenuti :

e gli altri che continuano a non capire che un motore di ricerca ha poco a che fare con la licenza d’uso dei contenuti.

da : http://it.blogbabel.com/basta/

Una volta mi sono schierato a favore di BB, una volta contro. Continuo a credere che parte del web2.0 sia lo scambio libero dei dati, in formato svincolato dalla forma estetica (XML). Che poi la gente riutilizza, e se l’idea è buona ci fa pure dei soldi. Il gioco è questo. Puoi giocarlo (feed completo) o non giocarlo (feed mooolto parziale o addirittura disattivato) ma non ti puoi lamentare se anche altri lo giocano.

Poi c’è il discorso più recente … ovvero che (IMHO) l’idea della classifica non è buona ed è realizzata peggio. E’ che è questa che genera problemi. Non l’aggregazione dei titoli dei post e il monitoraggio delle conversazioni. E che (alcuni) Tblog sono pregevoli, e che creano contenuto e relazioni come e più di molti blog “classici”.

P.S. : Buon Easter Egg a tutti

Una delle piu chiare spiegazioni del nuovo web

Doppiato in italiano …

"Il web2.0 è collegare le persone"

L'economia di Second Life è morta da tempo

[…] L’economia di Second Life è morta da tempo.
Sapete dove sono molti dei profeti?
Lo so sembra incredibile, ma sono ancora sul palco: hanno smesso di parlare di Second life, ma continuano imperterriti a sdottorare su WEB 2.0[…]

Via Roberto Dadda

Mi iscrivo nel club dei non-stupiti, ma a differenza del suddetto continuo a credere che il web sociale (a.k.a. web2.0) tiri, da prima di SL, e tirerà anche nel futuro. D’altronde la socialità è nel nostro bios. E il web2.0 è solo un nuovo canale per un esigenza antica. Solo che ai tempi di usenet non si chiamava web2.0, ma il concetto era lo stesso.

Fav.or.it un rss reader da tenere d'occhio

Si un altra volta propongo un prodotto alternativo ad uno offerto gratuitamente, senza limitazioni ed efficentemente da BigG. Ma perchè lo faccio l’ho già espresso.

favorit.pngFav.or.it , che nonostante il dominio Italiano, di italiano non ha nulla, è un feed reader attualmente in beta, con una grafica gradevole, 100% web based, che permette di ripondere ai post ( fatti su wordpress o blogger ) senza lasciare il feed reader stesso.

Purtroppo, oltre il video ufficiale, c’è poco altro da dire. Non ho ancora in mano la beta e tutti gli inviti sono andati esauriti. Per ora continuo ad utilizzare GReader in attesa che nella mia casella di posta poppi un invito.

Pagina 1 di 2

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén