b0sh.net

Proudly debugging the system since 1981

Tag: riflessioni Pagina 1 di 2

Il fatto quotidiano e la passione per le crociere

Certo che fa un certo effetto leggere di qualcuno che si conosce(va) invischiato nel fango fatto emergere dal famoso giornale/sito.
Viene da chiedersi se sia gratuito o meritato, il fango. Bisognerebbe chiederselo sempre, ma ad uno sconosciuto è più facile negare la presunzione di innocenza rispetto a chi sconosciuto non è. Vedremo come si evolve e se l’evoluzione sarà portata all’onore delle cronache.

I Bond

Sarà, ma non mi sembra normale che ci passino sotto il naso circa 240 miliardi di dollari ( in questa e quest’altra occasione ) nel giro di pochi mesi.

Per farne una misura comprensibile è 4 volte il deficit dello stato italiano nel 2008 o un settimo di tutto il prodotto interno lordo italiano sempre nel 2008. Il nostro debito pubblico non lo azzera, ma se continuiamo a sequestrare bond a questo ritmo ancora poco più di un anno e siamo al pareggio.

Qualcuno (tipo uno stato) ha un gran bisogno di liquidità e non lo vuole far sapere?

Sconti al casello

http://www3.varesenews.it/varese/articolo.php?id=149567

Si certo … la prossima volta, vorrei suggerire alla società autostrade, di farli con minimo 6 persone a bordo, massimo 3 ruote sul veicolo e dovendo presentare certificato notarile. Cosi magari ne approfitta ancora meno gente.

Ridicoli …

Oracle compra Sun …

Farò web application in PL-SQL o batch in Java ?

Mah …

Via Oracle

I vostri etilometri …

i-vostri-etilometri

A quanto pare, ogni tanto, qualcuno si incazza quando questa o quella abitudine viene considerata il male estremo e demonizzata a tutti i costi. Esistono dei livelli intermedi. Bere una birra e guidare non ha mai ammazzato nessuno. O forse si, ma la colpa non era della birra ma dell’idiota al volate. Farsi 10 cuba e poi una pista di coca per tirarsi su è gia una cosa differente.

Ok che dare un nemico alla gente per indirizzarla e/o deviarla è un metodo ultra-collaudato, però ci siamo rotti un pò i cosidetti.

Attenzione cmq: Ubriacarsi fà male, guidare con tasso alcolemico 0% è sempre meglio, se si beve poco (entro il tasso legale) bisogna comunque essere piu prudenti e non lasciarsi tentare e non spegnere il cervello. Ma evitiamo le crociate, ce ne sono già state troppe.

(non) Un post al giorno

Si, non stò facendo più un post al giorno, ma il tempo (atmosferico) è migliore ed al weekend, ogni tanto, c’è qualcosa di meglio da fare di cazzeggiare su internet. E poi il precedente post serio mi ha impiegato il tempo di 10 post da cazzeggio. Però non ho trovato nessuno che spiegasse come farlo in italiano e ben pochi che lo spiegassero bene in inglese quindi credo che sia valso lo sforzo.

Ora vediamo se si riesce a mantenere la buona abitudine. Poi ho un pò di foto dell’ IBF da pubblicare quindi…

Come le prostitute

Caro Analista / Programmatore
Lavori a degli orari bizzarri…. – Come le prostitute
Sei pagato per rendere felice il tuo cliente – Come le prostitute
Il tuo cliente paga tanto, ma è il tuo padrone che intasca – Come le prostitute
I tuoi orari si prolungano di sera fino a quando il lavoro è finito – Come le prostitute
Anche se sei bravo, non sei mai fiero di quello che fai – Come le prostitute
Sei ricompensato se soddisfi le fantasie del cliente – Come le prostitute
Ti è difficile avere e mantenere una famiglia – Come le prostitute
Quando ti domandano in che cosa consiste il tuo lavoro, tu non puoi spiegarlo – Come le prostitute
I tuoi amici si allontanano da te e resti solo con gente del tuo tipo – Come le prostitute
E’ il cliente che paga le tue spese e le tue ore di lavoro – Come le prostitute
Il tuo padrone ha una gran bella macchina – Come le prostitute
Quando vai in “missione” da un cliente, arrivi con un gran sorriso – Come le prostitute
Ma quando è finito, sei di cattivo umore – Come le prostitute
Per valutare le tue capacità ti sottopongono a dei terribili tests – Come le prostitute
Il cliente vuole sempre pagare meno e tu devi fare delle meraviglie – Come le prostitute
Quando ti alzi dal letto dici: “Non posso fare questo lavoro per tutta la vita” – Come le prostitute

Anonimo

C’è del vero. Forse, mi auguro, nessun programmatore ha verificato tutte queste affermazioni sulla sua pelle … ma se prendiamo la categoria intera, calza bene. Strano mondo quello dell IT…

Approposito di facebook

[…]Un conto è essere amichevoli, un conto essere amici. Bisogna essere amichevoli e gentili con tutti, ma amici no[…]

Quindi no, chi non ti piace non è un amico. Già facebook ha trasformato il concetto di “amico” in qualcosa di molto vicino al “contatto”, eh vabbeh, ma se il tuo vicino stronzo ti invita io sono dell’idea di rifiutare. Perchè va bene dar fiducia a chi non conosci in modo approfondito (ovvero i contatti) ma addare chi non sopporti per far salire il numerello, o per altri interessi, è veramente prostituzione sociale.

Versione completa e sicuramente interessante (non che condivida tutto eh…) su wittgenstein

La cina è vicina

(Repressione di attività di apologia o istigazione a delinquere compiuta a mezzo internet)

1. Quando si procede per delitti di istigazione a delinquere o a disobbedire alle leggi, ovvero per delitti di apologia di reato, previsti dal codice penale o da altre disposizioni penali, e sussistono concreti elementi che consentano di ritenere che alcuno compia detta attività di apologia o di istigazione in via telematica sulla rete internet, il Ministro dell’interno, in seguito a comunicazione dell’autorità giudiziaria, può disporre con proprio decreto l’interruzione della attività indicata, ordinando ai fornitori di connettività alla rete internet di utilizzare gli appositi strumenti di filtraggio necessari a tal fine.

2. Il Ministro dell’interno si avvale, per gli accertamenti finalizzati all’adozione del decreto di cui al comma 1, della polizia postale e delle comunicazioni. Avverso il provvedimento di interruzione è ammesso ricorso all’autorità giudiziaria. Il provvedimento di cui al comma 1 è revocato in ogni momento quando vengano meno i presupposti indicati nel medesimo comma.

3. I fornitori dei servizi di connettività alla rete internet, per l’effetto del decreto di cui al comma 1, devono provvedere ad eseguire l’attività di filtraggio imposta entro il termine di 24 ore. La violazione di tale obbligo comporta una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 50.000 a euro 250.000, alla cui irrogazione provvede il Ministro dell’interno con proprio provvedimento.

4. Entro 60 giorni dalla pubblicazione della presente legge il Ministro dell’interno, con proprio decreto, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico e con quello della pubblica amministrazione e innovazione, individua e definisce i requisiti tecnici degli strumenti di filtraggio di cui al comma 1, con le relative soluzioni tecnologiche.

5. Al quarto comma dell’articolo 266 del codice penale, il numero 1) è così sostituito: “col mezzo della stampa, in via telematica sulla rete internet, o con altro mezzo di propaganda”.».

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Emend&leg=16&id=391198&idoggetto=413875

E buon weekend a tutti. (Scommettiamo che non ne parlerà nessuno sui media vecchi?)

Pista

Aiuto ! Ho una dipendenza da pista …
Per chi non lo sapesse è una di quelle cose che costano. Parecchio. Entri la prima volta, paghi 40€ per mezz’ora, e ti diverti e sembra che la cosa finisca li. Poi ti rendi conto che in mezz’ora hai consumato freni per l’equivalente di 20.000km e gomme per 5.000km (stima spannometrica ma non credo molto lontana dal reale).
Allora ci vai una seconda volta. Dopo aver speso qualche centinaio di € in qualche componente soft-tuning per non stravolgere la macchina ma cmq avere un feeling migliore.

Leggi tutto

Pagina 1 di 2

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén