b0sh.net

Proudly debugging the system since 1981

Autore: admin Pagina 1 di 77

Reinstallazione in corso

Si alla fine rm -r * e sto reinstallando tutto. Installazione pulita, database pulito (i post sono stati reimportati da xml) … e speriamo che vada bene. Perche questa cosa sta iniziando ad annoiarmi.

I post ci sono gia tutti. Le immagini no, sono 150 mega e ci vuole un pò a ricaricarle.

E cmq mi manca anche feedburner, analytics, e un paio d’altre cosete. Intanto che c’ero ho cambiato anche il tema.

Malware

Se qualcuno dei miei 3 visitatori ha ricevuto una notifica riguardo alla presenza di malware su questo sito me ne scuso, non è ovviamente nelle mie intenzioni trasformare in zombie i vostri pc, ne dovete pensare che trascuri il software installato. Aggiorno con regolarità, non uso plugin e temi provenienti da fonti dalla dubbia reputazione … eppure capita.

Infatti questa mattina google mi scrive, anzi scrive a abuse(chicciola)b0sh.net, admin(chicciola)b0sh.net, administrator(chicciola)b0sh.net, contact(chicciola)b0sh.net, info(chicciola)b0sh.net, postmaster(chicciola)b0sh.net, support(chicciola)b0sh.net, webmaster@b0sh.net segnalandomi che da questo momento in poi il mio sito veniva marcato come potenzialmente dannoso.

Da una rapida indagine scopro un collegamento ad un javascript remoto alla fine di Index.php. Il software (wordpress) è stato interamente sostituito e reinstallato ma non penso sia stata una falla in questo software a permettere la modifica del file. In realta sullo stesso server, con lo stesso utente girava una versione non “aggiornatissima” di phpBB, celeberrimo target di spammer e cracker, che credo sia stata sfruttata per propagare l’infezione. In ogni caso anche la phpBB è stata sanitizzata (con l’equivalente digitale del napalm) e aggiornata. Certo che farsi tirare le orecche da BigG non è mai piacevole.

P.S. : I linguaggi di scripting sono tanto bellini, ma se c’è un buchino piccolo piccolo… a confronto un buffer overflow sembra una vulnerabilità trascurabile.

Stabilizzazione video (2)

Ed ecco a confronto, nello stesso video, originale e stabilizzato. Montaggio fatto con kdenlive

Stabilizzazione video

Metodo semplice e costoso :

  1. Compra Adobe Premiere ( 371,4 € con la vostra carta di credito preferita )

Metodo complesso e gratuito :

  1. Installa Wine
  2. Installa VirtualDub
  3. Renditi conto che i video fatti col cellullare ( e quindi molto mossi ) non li legge
  4. Installa i codel XVid, processano l’mpeg4 ma solo in un contenier AVI
  5. Installa MP4Cam2AVI
  6. Installa Deshacker per virtualDub
  7. Installa i redistribuibili di VisualC++ 2005
  8. Stabilizza con gioia i tuoi video

Ma che fatica !
Ah, tutti i software citati alla fine girano senza troppe noie su linux attraverso il succitato Wine, che ha evidentemente fatto enormi passi avanti dall’ultima volta che l’ho usato (versioni 0.7.x). Certo che se mettevano un deshacker in Kdenlive era un pochetto più semplice.

Seguiranno dei video, prima e dopo il trattamento.

I Bond

Sarà, ma non mi sembra normale che ci passino sotto il naso circa 240 miliardi di dollari ( in questa e quest’altra occasione ) nel giro di pochi mesi.

Per farne una misura comprensibile è 4 volte il deficit dello stato italiano nel 2008 o un settimo di tutto il prodotto interno lordo italiano sempre nel 2008. Il nostro debito pubblico non lo azzera, ma se continuiamo a sequestrare bond a questo ritmo ancora poco più di un anno e siamo al pareggio.

Qualcuno (tipo uno stato) ha un gran bisogno di liquidità e non lo vuole far sapere?

Linux torna sul desktop…

IMG_5979… il mio.

Sono passati tanti anni da quando installavo linux su un client. Erano i tempi in cui frequentavo l’università.

Ehm … ok questa non è una discriminante.

Riproviamo.

Ai tempi in cui facevo finta di studiare, avevo sempre almeno una installazione di linux con cui giocare. In genere sul portatile, perchè il desktop si prestava e si presta tuttora molto di più ad un utilizzo videoludico che ovviamente non è compatibile con il sistema operativo open source. Poi ho smesso di utilizzarlo come client/desktop accontentandomi di usare il sistema di turno attraverso una connessione SSH. Quindi di fatto è qualche anno che non provavo una distribuzione orientata al consumatore.

Oggi ho riflettuto sull’avere 400Gb liberi sul pc desktop ormai trasformato in una pesante mattonella da un non meglio precisato virus… perchè non utilizzarne una parte per una installazione di qualcosa che ci si augura non si rompa cosi facilmente?

Scaricato una bella iso di Kubuntu (gnome mi faceva vomitare all’epoca, e mi fa tutt’ora lo stesso effetto).

L’idea è cmq di avere una versione funzionante di entrambi i sistemi. Alla fine a rFactor e al Logitech DFP ci tengo. Ma per il resto forse è meglio usare le alternative. Ma quelle senza il logo della mela marcia smangiucchiata.

L’ installazione comunque necessita l’utilizzo della shell. Perche, mi chiedo, ntfsresize non pò avere un frontend grafico integrato nel processo di installazione non è dato saperlo. E poi perchè devo cancellare una partizione per ridimensionarla. Cioè … sono cose che alla psiche non fanno un gran che bene. Firefox è alla versione 3.0 e il sistema di aggiornamento integrato è disabilitato. I driver grafici sembra che non sfruttino appieno l’accelerazione hardware, probabilmente dovrò installare qualche accrocchio fatto da NVidia. Per il resto sono sempre stupito da come il protocollo SMB funzioni eccezionalmente bene se emulato da samba mentre faccia cosi profondamente schifo in modalità “nativa” sotto windows.

Ma dall’ultima volta i passi avanti sono comunque enormi. Per esempio inserisci una chiavetta USB e semplicemente funziona senza modprobe e mount. Cose semplici ma che rendono felice un utente.

La Caduta

Sta sera, in luogo di Ballarò, andarà in onda La Caduta.

E io penso che ci sia del genio in tutto questo.

Solo Io ?

Non puoi andare in giro senza

Senza cosa? Senza Kaspersky.

Non ce n’è. Nessun pc con windows dovrebbe esserne privo. Io 12 mesi fà in un impeto di orgoglio (ecchecazzo, non saprò tutto ma non sono un utonto) mi affidai ad AVG, dopo anni di protezione e sicurezza Made in Russia.

Ora è una settimana che non posso usare il computer desktop per via di questo piccolo e trascurabile errore. E Avira/FreeAV non si comporta meglio.

Ah… prima o poi troverò la voglia di riformattare. Il fatto che abbia a disposizione un paio di portatili non aiuta a trovarla.

Magari mi iscrivo al club

P.S. : Bentornati dalle vacanze. Tutto bene ?

Sconti al casello

http://www3.varesenews.it/varese/articolo.php?id=149567

Si certo … la prossima volta, vorrei suggerire alla società autostrade, di farli con minimo 6 persone a bordo, massimo 3 ruote sul veicolo e dovendo presentare certificato notarile. Cosi magari ne approfitta ancora meno gente.

Ridicoli …

Condividere cose su facebook …

IMG_5947a quali condizioni. Ecco una traduzione (non giurata, senza alcuna responsabilità, alla data di oggi 29 agosto 2009, in pratica “as is”) delle regole.

  1. Per il contenuto che è soggetto a diritti d’autore, come foto e video, tu fornisci i contenuti a Facebook mediante la seguente licenza, in base alle tue impostazioni di privacy : Licenza non-esclusiva, trasferibile, sub-licenziabile, royalty-free, globale per tutti i contenuti soggetti a diritto d’autore che tu posti su o in connessione con Facebook. Questa licenza termina quando cancelli il singolo contenuto o il tuo intero account a meno che il contenuto non sia stato condiviso con altri e loro non lo abbiano cancellato.
  2. Quando cancelli del contenuto soggetto a diritto d’autore, questo viene cancellato in modo simile a svuotare il cestino su un computer. Comunque, tu comprendi che il contenuto rimosso potrebbe rimanere in alcune copie di backup per un tempo ragionevole (ma non sarà disponibile a nessun’altro oltre che facebook)
  3. Quando pubblichi del contenuto o delle informazioni usando l’impostazione “tutti”, questo significa davvero tutti, include infatti anche persone fuori da Facebook, che potranno accede a queste informazione e Facebook non ha controllo su cosa ci faranno.

Da notare alcune cose… ovvero:

  • Le impostazioni di privacy comunque comandano. Se tu una cosa la vuoi condividere solo con i tuoi amici, facebook rispetta questa tua volontà.
  • La licenza è trasferibile e sublicenziabile. Ovvero se condividi qualcosa con un tuo amico, o col mondo, gli trasferisci anche la licenza. Infatti se tu cancelli il contenuto ma loro no, non ci puoi fare nulla. Questo rimane in giro. Quindi pensate con chi condividete…
  • La licenza finisce con la cancellazione. Questo è un bene perchè di fatto impedisce ogni utilizzo esterno al social network. Infatti se tu cancelli un contenuto (e nessuno lo ha ri-condiviso a sua volta) termini la licenza… e ritorni in possesso di tutti i diritti su quel contenuto. Nessuno sano di mente di arrischierebbe ad usarlo per scopi di lucro senza licenza. E’ quindi da escludere la possibilità di andare a caccia su Facebook di fotografie per pubblicità /libri/articoli.
  • Cancellare significa cancellare davvero. Svuoti il cestino. Il contenuto (per te e per chiunque altro esterno allo staff di facebook) questo non esiste più. Ci sono dei backup, ma sono ad uso interno e non sono eterni.

P.S: Quella nella foto è la sede di Facebook nella Silicon Valley.

Pagina 1 di 77

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén