Gente inadatta al secolo in cui vive…

Contributo alle storielle da parte di Pidgeon :

 

Ieri appunto la mia capa mi ha chiesto di cercare un cd per l’installazione di una stampante vecchia, l’ho cercato e quando l’ho trovato ho visto che c’era il fogliettino con le istruzioni di installazione e il cd inserito nella bustina di carta … l’unico “problema” è che il foglietto, per non perderlo, era graffettato alla bustina (non graffetta clip, graffetta della graffettatrice) … e al cd, insomma c’era il cd con un buco di troppo!!

Ovviamente non sono riusciti ad installare la stampante 🙂

La mia capa a volte è davvero un genio!!!

L’HDSL, L’IP statico e tutto il resto

Una settimana piovosa, che sembrava non finire mai.
Il ritmo incessante dell’aqua sui tetti, sui vetri delle macchine e io che cammino tra i fumi della citta inevitabilmente schiacciati al suolo dal’incessante acquazzone.

La notizia passa tutti i mass media, oramai cio che doveva essere per l’elite è domino e argomento per la massa.

Il lato oscuro vuole spaventare il popolo. Perche la paura porta all’odio, l’odio al dolore e il dolore a usare windows su macchine di produzione. Pochi cavalieri combattono questa forza cercando di vincere sul lato oscuro.

Si tratta solo di conoscere per non temere. La conoscenza da sicurezza.

La mia missione era chiara quanto difficile. Infondere sicurezza e fiducia in due gilde di mercanti per condurre i loro membri verso la luce. E per fare questo dovevo addomesticare uno stuolo di bestie del nemico. E per fare cio non avevo a dispozione nulla se non le mie nude mani. Il mio fedele portatilinux non poteva seguirmi … stava combattendo contro longKhorn da oltre un mese.

La prima missione si svolse nella colonia varesinica dei locandieri. Dalle urla di aiuto solo una cosa si capiva … DarkSassssser. Giunto sul luogo … primo pc. Non stampa. Sarà mica il virus. Rapido check … è stato bloccato l’aggiornamento dell’antivirus da un mese e mezzo, i dischi fissi sono condivisi senza password e il pc ha ip pubblico ed è liberamente accessibile dalla grande rete. Incredibile solo che non ne abbiano fatto un server per pedo-pornografia. Secondo pc. Non va in internet. Ci credo …. manca il cavo. Guardacaso e’ pulito.

Ma i problemi non mancano anche nella cripta. Il banco della frutta ( a.k.a. immensa stampante laser ) non ne vuole sapere di stampare. Impongo la mano e dico “Tu non desideri altro che stampare bene, veloce e consumando poco”. La riavvio e lascio soddisfatto la stanza con l’augurio classico “May the packet be with you”.

Seconda missione che mi allontana ancora una volta dalla cripta. Entro in docc..ehm… esco in strada … cielo e’ nero e a un certo punto sento un tremito nella forza. Ah no ho semplicemente dimenticato la giacca. Ed ora la seconda situazione … 20 computer in rete collegati a una HDSL e con indirizzo di classe privata. Dico … buona questi ne sanno di sicurezza informatica almeno un pochettino di piu di un bambino delle elementare, se non che lo stronzo di router essendo i pc inferiori al numero di ip a sua disposizione effettua un un nat statico 1 a 1 rendendo visibili tutti i pc su internet. Naturalmente tutti senza password di amministratore con autologin dischi interamente condivisi non aggiornati agli ultimi bugfix e quanto di meglio nella scena del porno mondiale nella casella email. Per giungere a questa soluzione … firewallinu(x) per entrambi e anche loro potranno vedere la luce.

La luce … si la luce perche alla fine questa sera il cielo si e’ schiarito sintomo che le malefiche forze di william non avranno ancora il predominio su questo mondo.

P.S. : Si portatilinux ha vinto la sua battaglia