Ops…

Dentro l’uovo c’è la chiusura di blogbabel …

Il punto sembra essere ancora la licenza dei contenuti :

e gli altri che continuano a non capire che un motore di ricerca ha poco a che fare con la licenza d’uso dei contenuti.

da : http://it.blogbabel.com/basta/

Una volta mi sono schierato a favore di BB, una volta contro. Continuo a credere che parte del web2.0 sia lo scambio libero dei dati, in formato svincolato dalla forma estetica (XML). Che poi la gente riutilizza, e se l’idea è buona ci fa pure dei soldi. Il gioco è questo. Puoi giocarlo (feed completo) o non giocarlo (feed mooolto parziale o addirittura disattivato) ma non ti puoi lamentare se anche altri lo giocano.

Poi c’è il discorso più recente … ovvero che (IMHO) l’idea della classifica non è buona ed è realizzata peggio. E’ che è questa che genera problemi. Non l’aggregazione dei titoli dei post e il monitoraggio delle conversazioni. E che (alcuni) Tblog sono pregevoli, e che creano contenuto e relazioni come e più di molti blog “classici”.

P.S. : Buon Easter Egg a tutti

Blogbabel e tumblr

Cià che ve lo spiego in modo semplice:

Interpretare i link come voti per stilare una classifica è un idea vecchia che ha funzionato finché non era conosciuta

Questo porta delle conseguenze tipo … basare un algoritmo su un idea fallace produce un algoritmo fallace che a sua volta produce una classifica fallata. Il desiderio di avere una classifica realistica dovrebbe essere soddisfatto lavorando alla base … ovvero ritornando all’idea … e non dalla cima.

Blogbabel

blogbabel.JPGQual’è il problema con blogbabel?
Quello che mi ha portato a chiedermelo è la nascita, addirittura, di un plugin che permette di sparire da blogbabel. Da prima ho iniziato a pensare che se qualcuno si prende il disturbo di creare un plugin apposito blogbabel deve essere veramente fastidioso. Vero da blogbabel non ci si puo, apparentemente, disiscrivere.
In pratica se tu offri un feed del tuo sito è parecchio antipatico dire a qualcuno, chiunque esso sia, “no tu non lo usi”. O offri un feed per l’interscambio di informazioni o non lo offri. Questo a livello di consuetudine. A livello squisitamente legale ognuno può definire dei termini di utilizzo, pubblicare una bella EULA e dire no tutti i siti il cui dominio inizi per B non possono ripubblicare nessuna informazione proveniente dal mio. E sareste nella ragione e blogbabel nel torto.
Ma perchè una parte significativa della blogopalla italiana se l’è presa con blogbabel e non, per esempio, con technorati o wiko ?

Forse perché blogbabel pubblica delle classifiche mentre gli altri, al limite, solo un punteggio?

Boh, per verificare di persona ho deciso di auto-segnalarmi il blog. Vedrò se è davvero cosi tanto irritante.