Vacanze

Cari i miei (pochi) lettori fino al 7 agosto 2006 sono in vacanza e dubito di produrre contenuti significativi per questo blog.

Per cui buon divertimento a tutti e a presto.

Le foto delle mie vacanze saranno probabilmente pubblicate sul blog personale ( www.b0sh.net ) quindi se siete affetti da una curiosità morbosa potrete soddisfarla li.

Flash

L’utilizzo eccessivo di flash continua, da anni, a essere un grosso problema di usabilità, e gli eccessi di questi anni andrebbero abbondonati. Flash dovrebbe, come è nelle sue potenzialità, essere usato per creare interfacce utente utili e non fastidiose animazioni.

La maggior parte del Flash che si incontra sul web tutti i giorni è flash inutile, con nessuno scopo se non quello di annoiare le persone. Un solo punto positivo è che le “intro” stanno lentamente scomparendo. Sono talmente inutili che ora anche i peggiori Designers non li raccomandano, anche sei i clienti, spesso disinformati e con una visione del web fallata, continuano a richiederli.

Flash è un ambiente di programmazione e dovrebbe essere utilizzato per offrire agli utenti maggiore potenza e funzionalità che non sono realizzabile con pagine statiche. Flash non va usato per vivacizzare una pagina. Se il contenuto della pagina è noioso, vanno riscritti i testi e rifatte le foto, magari da un fotografo professionista. Non bisogna far muovere la pagina. Questo non aumenta l’attenzione degli utenti, ma la dirige solo altrove. La maggior parte delle persone equipara i contenuti animati a contenuti inutili.

Infine usare flash per la navigazione è l’utilizzo peggiore che se ne possa fare. Le persone preferiscono una navigazione prevedibile e menù statici

Disabilitare la cache coi metatags

I linguaggi server-side come php o asp permettono di settare gli header e disabilitare la cache locale del browser, ma a volte puo essere servire disabilitarla da pagine html classiche.

Ecco cosa inserire nell’header :

<META HTTP-EQUIV=”Pragma” CONTENT=”no-cache”>
<META HTTP-EQUIV=”Expires” CONTENT=”-1″>

In realta basterebbe il primo, ma su alcuni browers serve anche il secondo che con un work-around ottiene lo stesso risultato ( setta la scadenza della cache sulla pagine a 1 secondo prima dell’istante in cui viene scaricata )

Effetti di transizione tra le pagine

Attraverso questa direttiva

<meta equiv=”Page-Enter” content=”RevealTrans(Duration=Y,Transition=X)”>

E’ possibile definire un effetto di transizione tra le pagine tipo quelli delle presentazioni.

Sostituire a Y il numero di secondi di durata e a X il numero dell’effetto.

Due effetti gradevoli sono il 5 e il 12 ma ce ne sono molti altri.

Da sottolineare che Firefox non sembra supportare questa funzione, ma non causa errori, semplicemente la ignora.

Festa della birra artigianale al BI-DU

Secondo ( per me ) appuntamento alla grigliata estiva del bi-du, che piu che estiva spesso si trasforma in “umida”.
E’ successo l’anno scorso ed è successo pure quest’anno.
Sembra una maledizione.

In ogni caso le birre presenti erano:

Rodersch
Artigianale
Remedios
Black Mamba
Anniversario
Daù
Blanche Fluer
Draco
BockAle
Martellina

Delle birre “ospiti” ho saltato solo la Anniversario che gia conoscevo.

Avverse condizioni climatiche a parte siamo riusciti a mangiare, a bere, e ad ascoltare 2 volte i trenincorsa.

Qualche foto

Il beppe che esprime il suo disappunto per la pioggia


Il nostro tavolo allagato


La cucina all’aperto … l’acqua non manca


L’ordine delle mie costine, è ancora li … FAAAAAAAAAAAAAME!

Motore di ricerca

I motori di ricerca letterali riducono l’usabilità in quanto trasformano il linguaggio in un insieme di gruppi di caratteri. Cosa che non è ovviamente vera. Un buon motore di ricerca deve essere in grado di correggere piccoli errori ortografici e automaticamente effettuare ricerche sia per il plurale che per il singolare.

Un problema correlato sempre ai motori di ricerca è quello per cui il motore di ricerca stabilisce una priorità solo in base a quante volte una pagina contiene la stringa ricercata, invece che sull’importanza della pagina. Infatti sarebbe preferibile dirigere gli utenti verso nodi interni dell’albero del sito piuttosto che alle foglie, in quanto difficilmente un motore di ricerca indovina perfettamente la pagina desiderata dall’utente, quindi suggergli nodi interni permette all’utente di affinare il suo interesse e, molto probabilmente, arrivare in 2 clik alla pagina desiderata.

Un altra pratica molto consigliata è quella del “Best Bets” letteralmente la scommessa migliore. Illustrata in questo paper

Un ultimo consiglio è quello di proporre come come primissima interfaccia solo una casella di testo con un pulsante “Cerca”. E’ esattamente quello che gli utente si aspettano e cercano in un momento di “disperazione”. Una ricerca piu avanza sarà poi raggiungibile con un secondo click.
Infatti gli utenti utilizzano il motore di ricerca solo quando la navigazione fallisce e si riservano come ultima possibilità il motore di ricerca. Visto dalla parte del designer di un sito, il motore di ricerca è l’ultima carta prima di perdere un visitatore. Ed è bene che questa carta sia buona !

I 10 peggiori errori di web design

L’usabilità e l’utilità di un sito sono due concetti chiave.
Il sito deve essere utile, offrire effettivamente un servizio, anche solo informativo come questo mio piccolo blog, e questo servizio deve essere di facile comprensione e utilizzo.

Quindi utilità e usabilità.

C’è chi parla di usabilità citando gli errori degli altri. Ovvero Jakob Nielsen. Le sue top10 sono leggendarie. Prima o poi ne tradurrò completamente una. Per questa sera accontentatevi di un elenco dei peggiori errori del 2005 e di un link alle spiegazioni.

1. Problemi di leggibilità

2. Link non comprensibili e non identificabili come tali

3. Abuso di Flash

4. Contenuto non scritto appositamente per il web

5. Motore di ricerca semplicistico e inefficace

6. Incompatibilità tra browser

7. Form enormi

8. Nessun contatto o informazioni aziendali

9. Layout grafico a larghezza fissa

10. Ingrandimento delle foto inadeguato

Scagli la prima pietra chi non ne ha mai commesso almeno 1…

Riabilitare FON

Il mio router ha ora il firmware DD-WRT perfettamente funzionante, ma, visto che tengo al progetto FON, voglio riabilitarlo.

Ho trovato queste prime informazioni su come settare la modalita hospot:

Chillispot Enable
Primary Radius Server IP/DNS 213.194.149.226
Backup Radius Server IP/DNS 213.194.149.226
DNS IP DNS primario del vostro provider
Redirect URL https://login.fon.com/cp/index.php
Shared Key garrafon
DHCP Interface LAN & WLAN
Radius NAS ID Il WAN MAC address del vostro router
(‘-‘ tra le cifre , tipo XX-XX-XX- etc.)
UAM Secret garrafon
UAM Any DNS 1
UAM Allowed

www.fon.com,acceso.fon.com,
en.fon.com,es.fon.com

E funzionano.
L’unico problema è che ora FON crede che io abbia 2 router … probabilmente devo aver sbagliato a digitare il mac.

Vabbe.

Il prossimo passo è creare una separazione netta tra la mia rete domestica ed eventuali ospiti FON.