Logitech Drive Force Pro

Sono veramente molto contento dell’acquisto.
Il volante è molto preciso e grazie ai 900° gradi di rotazione complessivi permette di guidare la simulazione in modo del tutto simile ad un auto reale. Il force feedback è decisamente “forte” e ho preferito riurne molto l’intervento. A piena potenza infatti sembra di guidare più un kart che un automobile con idroguida.

Il pomello del cambio di fatto non si usa. E’ molto piu comodo usare i pulsanti dietro il volante, tipo paddles, a meno che l’obbiettivo non sia allenarsi anche nelle tempistiche con cui staccare le mani da volate.

Personalmente, avendo come obbiettivo imparare a memoria i 20 e rotti km del Ring, mi sento già abbastanza impegnato usando i simil-paddles.

Il fissaggio alla scrivania è efficace e abbastanza sicuro, sempre a patto non settare il forsce feedback al massimo. La pedaliera non è cosi stabile invece ed è opportuno prevedere un sistema di bloccaggio aggiuntivo, specie su pavimenti lisci. Il produttore garantisce un ottima presa solo sulla moquettes.

Il DFP è attualmente difficile da trovare (è fuori produzione o quasi) ma resta un ottimo aggeggio per chi vuole la simulazione e non l’arcade. L’accoppiata rFactor + DFP, cambio manuale e nessun aiuto a sterzo e freno l’ho trovata più difficile della pista vera.
Non che il volante non comunichi o sia poco sensibile, o che il simulatore sia di scarsa qualità. No è tutto ottimo, ma manca cmq la percezione della velocità. Le curve vanno quindi imparate a memoria, punto e stop. Ma una volta raggiunto questo obbiettivo dominerete sia la simulazione che la realtà 😉

Marmellata di peperoncini 2

Riveduta e corretta.

La ricetta pubblicata era un pochetto vaga e sgrammaticata.

Oggi ho provveduto a realizzarla e il risultato è stato soddisfacente, percui ripercorriamo insieme i passi :

Ingredienti :

  • 4 peperoncini di Cayenna freschi (nel mio caso, coltivati personalmente)
  • 2 peperoni rossi ( circa 350gr)
  • Zenzero in polvere
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio q.b.
  • 1 cucchiaino di sale
  • 250gr di zucchero

Tagliare la cipolla e l’aglio in piccoli pezzettini, aggiungere l’olio e fare un veloce soffritto.

Tagliare i peperoni in pezzi piccoli, privandoli dei semi e della parte bianca.

Passare col minipimer i peperoni, quindi tagliare in piccole fette i peperoncini freschi conservando i semi.

Aggiungere ai peperoni, i peperonicini e il soffritto ormai raffreddato. Passare il tutto nel passaverdura in modo da ottenere un composto omogenero, privo di pelle e della maggior parte dei semi del peperoncino (qualcuno verrà schiacciato).

Rimettere il passato ottenuto nella pentola, aggiungere lo zucchero e lo zenzero in buona quantità, e quindi cuocere per circa 16 minuti, o comunque fino a completa evaporazione dell’acqua contenuta nei peperoni.

Lasciar raffreddare 1/2 ore a temperatura ambiente.

Il risultato dovrebbero essere 4-6 porzioni per due persone della suddetta marmellata. Si consiglia di congelare o pastorizzare quanto non utilizzato immediatamente.

Insetti e treni

Una donna è ricorsa alle cure dell’ospedale “Barone Lombardo” di Canicattì dopo avere segnalato di essere stata punta da insetti sul treno Roma-Agrigento. Dopo le prime cure la donna ha lasciato l’ospedale. Nel frattempo la carrozza è stata evacuata e mandata a Roma per gli esami utili ad accertare la presenza di pulci, zecche o altri insetti.

Forse non dovrei arrabbiarmi  per i ritardi quindi … cmq si, i treni sono sempre pieni di insetti di varia natura. E ad alcuni di essi io non sò dare un nome. Mia o loro mancanza ?

Parlare male di qualcosa su un blog funziona

Prima di tutto, siate sinceri. Anche incazzati, ma sinceri. Se una cosa fa schifo inchiodatela senza pietà ma solo quella. Non tutto cio che gli sta intorno. Chi vi legge si aspetta questo, un opinione di parte ma genuina.

Poi se parlate (bene o male che sia) di piccole realtà, sicuramente finirete nei motori di ricerca, nella prima pagina. Se parlate di una grossa multinazionale, ricordatevi che queste sono ancora piu scientifiche. Loro vi leggono. O usando un RAEC (Redundant Array of Expensive Conslutants) o tramite software specifici o più probabilmente una combinazione dei 2. Lo sò perchè io ero uno di quelli che monitorava i blog. Non che facessi solo quello, sia chiaro.

Non esitate a lamentarvi dunque, se ne avete motivo.

P.S.: Davide Bianchi inventa sempre delle sigle/nomignoli fantastici

Lasciatela morire in pace

Non mi interessa “avere” una compagnia di bandiera. Non voglio pagare per mantenere in vita una azienda in perdita che offre un servizio non essenziale. Lasciate fallire Alitalia, il mercato colmerà i vuoti e reintegrerà le persone valide. E anche se non lo facesse, io e (quasi) tutti gli italiani, non ci acorgeremmo neanche della differenza.

Odio verso trenitalia

Nonostante sia un amante dell’automobile, ho sempre odiato usarla in coda, in autostrada, in città e praticamente ovunque questa sia intesa come mezzo di trasporto e non (anche) come strumento di divertimento. Treno, bici, aereo, metropolitana sono, se gestiti bene, piu veloci, piu economici e piu ecocompatibili.

SE. Appunto. Se invece il treno rimane bloccato 45 minuti a 500 metri dalla stazione non nasce solo l’odio. Nascono anche gli estremi per il sequestro di persona. Visto che mi impediscono di scendere dal treno e continuare il viaggio con altri mezzi.

Si ringrazia Diego per il banner …

Essere geek è una malattia ?

Cose che scopri:  Sindrome_di_Asperger

Fatevi un esame …

  1. Difficoltà qualitative nel rapporto sociale, manifestandosi con almeno due tra le seguenti:
    1. Difficoltà marcata nell’uso di comportamenti non-verbali multipli, come il guardarsi negli occhi, le espressioni facciali, la postura corporea e i movimenti per regolare le interazioni sociali
    2. Impossibilità a sviluppare relazioni appropriate tra persone di pari livello
    3. Mancanza di ricerca spontanea per condividere divertimenti, interessi, od obiettivi con altre persone (difficoltà nel mostrare, portare o indicare oggetti d’interesse alle altre persone)
    4. Mancanza di reciprocità sociale ed emotiva
  2. Modelli di comportamento stereotipati e ripetitivi, manifestati da almeno uno dei seguenti:
    1. Raggiungimento di un’occupazione mentale con uno o più modelli stereotipati e ristretti d’interesse, che sia anormale nell’intensità e nell’attenzione
    2. Aderenza apparentemente inflessibile a specifici rituali o comportamenti non necessari
    3. Movimenti corporei stereotipati e ripetitivi (come agitare mani e dita o altri movimenti)
    4. Persistente ed eccessivo interesse per parti di oggetti
  3. Il disturbo crea difficoltà notevoli nelle aree sociali, professionali o altre aree d’importanza notevole per la vita di tutti i giorni
  4. Non esiste un significativo ritardo nelle abilità linguistiche
  5. Non esiste un significativo ritardo nello sviluppo cognitivo o nelle capacità appropriate all’età di aiutarsi e di avere un comportamento adatto alle circostanze (tranne che nelle interazioni sociali) e curiosità per l’ambiente esterno nell’infanzia
  6. Non ci sono motivi di ritenere che si tratti di una forma di schizofrenia o di un altro disordine pervasivo dello sviluppo

Se pensate di averla, non disperativi. Potrete sempre vantarvi con amici e conoscenti di avere la stesse sindrome di Michelangelo , Isaac Newton , Nikola Tesla , Ludwig Wittgenstein , Albert Einstein , Glenn Gould , Bobby Fischer , Satoshi Tajiri e Mirko Vitale . Mica i primi che passano per strada.

Prossime evoluzioni di Google. Riflessioni semi serie post chrome.

  • Google Search Prefetch: quando apri la pagina di Google, trovi già la risposta a quello per cui avevi pensato di aprire Google
  • Google Energy: un software che mentre pigi i tasti sulla tastiera ricarica la batteria del notebook. Di qualcun altro. Se la tua è già carica.
  • Google Question: dopo aver scoperto la risposta alla domanda definitiva sulla vita, l’universo e tutto quanto, un progetto che fornirà la domanda definitiva. Occhio ai Vogon.
  • Google Last Judgement: una risposta auterovole per risolvere le vostre diatribe.
  • Google Next News: uno sguardo sul futuro sulle principali testate giornalistiche dei prossimi secoli.
  • Google Parallel Universe Chat: per chattare con le possibili variazioni dei vostri amici (e di voi stessi), in fino a 24 universi paralleli contemporaneamente!

Via http://andreatech.blogspot.com/2008/09/rivoluzione-google-chrome.html

E perche non :

  • Gmail Paper : la stampa delle tue mail. a casa tua. gratis.
  • Google Romance : Il miglior motore di ricerca del mondo trova anche la tua anima gemella. E ti suggerisce cosa regalarle
  • Google elettric car : il progetto vecchio un secolo, apparentemente inrealizzabile, che google ha finalmente reso realtà.
  • GPhone: Se apple rifiuata il telefono ai nerd, ci pensa google
  • GoogleOS: Le informazioni nei tuoi documenti hanno valore. Se non per te, almeno per BigG. E l’unico modo per metterci davvero le mani è regalarti un sistema operativo
  • Google MasterPlan: il data mining è il nostro lavoro. E lo facciamo dannatamente bene. E non solo come pensi tu.

Mhh… realtà o finzione ?